dopo gli undici anniDopo gli undici anni, con il passaggio dall’infanzia all’adolescenza, il bambino si trova ad affrontare molteplici cambiamenti e problemi.

Il cambiamento fisico

Dalla spensieratezza dei giochi si passa attraverso un lento percorso di indipendenza, a cambiamenti fisici, alla consapevolezza del proprio corpo, alla scoperta del sesso e della sessualità, alla malizia. E’ un passaggio obbligatorio nella vita di un adolescente, ma solo attraverso un buon supporto psicologico ed educativo si possono affrontare senza paure le nuove prospettive e il crollo delle proprie sicurezze.

alice forum della donnaENTRA NEL FORUM DEL BAMBINO ORA!

Oppure entra a far parte di un GRUPPO per condividere con famigliari ed amici la tua malattia, se non esiste clicca QUI per richiedere l'attivazione del nuovo gruppo. Oppure contatta gli iscritti QUI

 

 

Per l’adolescente gli interrogativi da porsi sono sempre numerosi e hanno bisogno di risposte veloci e concrete. Iniziano a vedere i genitori come figure con potere da controbattere e spesso mettono in discussione le loro teorie e le loro risposte.

In quest’epoca spesso il rapporto genitore-figlio diventa burrascoso, il giovane sente l’esigenza di dover andare contro la volontà di mamma e papà per provare a sbagliare con le proprie scelte.

Fisicamente il cambiamento è molto rapido e rilevante: cambiano l’altezza, il peso le proporzioni, la struttura. L’aspetto fisico inizia a giocare un ruolo fondamentale sulla stima e la sicurezza personale che un ragazzo può avere in se stesso.

Il disagio di chi cresce in ritardo

Maggiore disagio lo provano i ragazzi che vivono uno sviluppo più ritardato. E’ tipico di questa età il fenomeno (tristemente noto) del “bullismo” soprattutto nel contesto della scuola. Questi episodi sempre più frequenti rischiano di relegare il ragazzo preso di mira in una posizione di paura/subordinazione psicologica nei confronti di elementi spavaldi e di portare segni indelebili di questi maltrattamenti per il resto della propria vita.

Gli Psicologi riconducono questi atteggiamenti di derisione nei confronti di quelli con aspetto ancora infantile non tanto a simpatia ed antipatia, quanto ad un processo di rinnegamento di una fase passata e vissuta sulla propria pelle ma che si tende a non voler ammettere e ricordare.

 

E’ molto importante in questi anni essere parte di un gruppo

Dopo i dieci anni si parla di gruppi di individui dello stesso sesso (con un accentuato disinteresse a quello che riguarda il sesso opposto), generalmente il ragazzo si identifica nel proprio gruppo e lo usa per paragonarsi e per fare un confronto di esigenze e cambiamenti. Intorno ai 13-14 anni il gruppo diventa “eterossessuale” con la condivisione di esperienze anche con persone appartenenti al sesso opposto, è un periodo più difficile perchè solitamente corrisponde con i primi approcci sentimentali e ad eventuali rifiuti con conseguenti paure e stati depressivi.

Correlati

  • Acne giovanileAcne giovanile L’acne giovanile è un problema per sempre più adolescenti: per quanto non si tratti di una malattia vera e propria, infatti, essa ha notevoli ripercussioni sulla vita sociale dei ragazzi […]
  • Neonati  prematuriNeonati prematuri Neonati  prematuri: le nascite premature, sono dovute a dei problemi legati all'organismo della gestante, ed i più frequenti sono attribuibili ad un'ipertensione, diabete, ed […]
  • AlimentazioneAlimentazione Un passo fondamentale per stare bene e poter svolgere la giusta attività fisica è quello di alimentarsi in modo corretto. Linee guida per l'alimentazione Ecco le linee guida per una […]
  • Dai tre ai cinque anniDai tre ai cinque anni La crescita del bambino dai tre ai cinque anni. E' la componente ludica ad occupare un ruolo essenziale nella vita del bambino. Fino ai quattro anni si avrà una preferenza per i giochi […]
  • Dai due anni e mezzo ai tre anniDai due anni e mezzo ai tre anni La crescita del bambino dai due anni e mezzo ai tre anni. Da un punto di vista motorio il bambino correrà senza paure e salirà o scenderà le scale aiutandosi con le mani. Il […]