eczema
L’eczema è una patologia piuttosto comune, nonché recidiva, poiché dopo la prima volta tende a insorgere spesso, soprattutto quando le difese immunitarie sono basse. L’eczema costituisce la reazione dell’epidermide a un determinato fattore irritante che può essere sia esterno (in questo caso si parla di dermatiti eczematose esogene), sia interno (allora si tratta di una dermatite eczematosa endogena. Si tratta di una reazione di tipo infiammatorio, una dermatite che provoca un forte prurito a livello topico (nella zona interessata) e che generalmente si manifesta con un rossore accentuato, lesioni infiammatorie, bolle e piccole vesciche che a tratti tendono a gonfiarsi: il nome “eczema”, infatti deriva proprio dal termine greco ἔκζημα, che significa appunto “gonfiare”. Molti eczemi iniziano con piccole macchie rosse che si moltiplicano, diventando progressivamente più grandi e arricchendosi di pustole, croste, foruncoli e piccole placche umide che secernono pus. Si tratta di una dermatite pruriginosa, ma grattarsi, per quanto provochi un momentaneo sollievo, in realtà non da che peggiorare l’aspetto dell’eczema. Teoricamente l’eczema può svilupparsi su qualsiasi parte del corpo – schiena, pancia, gambe –, tuttavia le zone più colpite da questa patologia sono il viso e le mani, che spesso vengono a contatto con agenti chimici in grado di scatenare reazioni anche piuttosto violente.

alice forum della donnaENTRA NEL FORUM DEL BAMBINO ORA!

Oppure entra a far parte di un GRUPPO per condividere con famigliari ed amici la tua malattia, se non esiste clicca QUI per richiedere l'attivazione del nuovo gruppo. Oppure contatta gli iscritti QUI

Anche questo potrebbe interessarti:

Cause e Sintomi
Le cause dell’eczema sono molteplici. È importante sottolineare come sia una delle malattie dermatologiche più comuni (quasi il 50% delle malattie dermatologiche sono eczemi), che può insorgere a qualsiasi età e per i motivi più disparati, anche in individui perfettamente sani. Talvolta la causa scatenante è il contatto con un agente irritante: in questo caso si parla di eczema da contatto, una tra le forme più comuni. A essere soggetti a questo tipo di eczema sono tutti coloro i quali per lavoro vengono spesso a contatto con agenti irritanti – parrucchieri, operai, tipografi, ecc. – e anche le casalinghe, per via del contatto continuo con detergenti chimici più o meno aggressivi; non solo: le pelli più sensibili possono sviluppare eczemi anche a contatto con sostanze all’apparenza “innocue” come saponi, bagnoschiuma e cosmetico. Altri eczemi hanno invece cause interne: si tratta prevalentemente di reazioni allergiche dovute all’ingestione di alimenti cui il soggetto è intollerante o allergico, spesso senza saperlo. In questo caso identificare le cause dell’eczema può rivelarsi un po’ più complicato; spesso occorre procedere per tentativi e poi evitare i cibi cui si è allergici.Diagnosi
La diagnosi dell’eczema topico avviene mediante precisi test allergologici detti “epicutanei”: questi test si avvalgono di cerotti pregni di allergeni – o meglio, di sospetti agenti “eczematogeni” (a tal proposito, esistono liste con le principali sostanze responsabili dell’insorgere di allergie o eczemi) – da tenere sulla pelle per due giorni, durante i quali si osserva l’intensità e la durata di eventuali reazioni eczemiche. Per quanto riguarda invece la diagnosi degli eczemi atopici – le cui manifestazioni cutanee sono sparse, non direttamente riconducibili a un contatto – bisogna ricorrere a un’anamnesi famigliare (alcune di queste patologie, infatti, possono trasmettersi geneticamente) e personale; successivamente si può procedere alla conta delle immunoglobuline E: è proprio la loro quantità nel sangue, infatti, a determinare quanto sia seria la patologia.Trattamento
Per quanto riguarda il trattamento dell’eczema, la maggior parte degli interventi sono volti a diminuire l’entità della sintomatologia e ad accelerare il processo patologico fino alla sua naturale conclusione; la prevenzione ovviamente consiste nell’evitare quelle sostanze che determinano l’insorgere dell’eczema o nell’usare dei guanti laddove non si possa evitare il contatto. Il trattamento dell’eczema topico consiste nell’applicazione giornaliera (due o tre volte al giorno) di creme steroidee destinate all’uso topico, mentre l’eczema seborroico – che, come indica lo stesso nome, si contraddistingue per la produzione di sebo che lo rende costantemente umido e quindi più lento degli altri a guarire – viene trattato con creme allo zolfo e acido acetilsalicilico. L’eczema atopico può essere efficacemente combattuto mediante l’uso di cortisonici e, in alcuni casi (ad esempio nell’eczema disidrosico) può rendersi necessario anche l’uso di blandi antibiotici). Di qualsiasi eczema si tratti, potrà certamente beneficiare dell’uso di creme lenitive, idratanti ed emollienti, poiché questa patologia tende a seccare e desquamare l’epidermide.Aspettative e Complicazioni
La genesi dell’eczema è di tipo immunitario-irritativo: le prospettive sono ottimali se si evitano i fattori scatenanti, mentre una reiterazione del contatto porta a una cronicizzazione della patologia. La principale complicazione degli eczemi è che spesso degenerano in infezioni: ciò accade perché il manifestarsi di un forte prurito, l’istinto a grattarsi e le escoriazioni con pus e sangue che spesso conseguono creano l’ambiente ideale al proliferare di virus e batteri che determinano infezioni più o meno serie (in questo stadio, l’eczema viene detto “impetiginizzato”). La più seria di queste complicazioni è l’eritrodermia, un’infezione caratterizzata da molteplici lesioni e desquamazioni a carico dell’epidermide e della mucosa, soprattutto quella orale.

Prevenzione
Come già accennato, l’unica maniera di prevenire l’eczema è evitare il contatto con le sostanze che possono scatenarlo – o evitare di mangiare i cibi “incriminati” – oppure usare guanti o indumenti isolanti che possano fare da filtro. Gli eczemi non sono contagiosi, quindi il contatto con l’epidermide di soggetti affetti da questa patologia non comporta il rischio d’infezione.

Correlati

  • Eiaculazione precoce Eiaculazione precoce L’eiaculazione precoce è un problema comune a sempre più uomini, i quali si rivolgono ai metodi più disparati (molti dei quali assolutamente inefficaci) per cercare di ovviare a una […]
  • La lunghezza del pene La lunghezza del pene Lunghezza del pene Molti uomini si domandano se le misure del proprio pene siano adeguate per ottenere rapporti sessuali proficui e soddisfacenti sia per lui che per lei. Così capita […]
  • Il pericardioIl pericardio Si definisce pericardio una membrana sierosa che avvolge il cuore, definizione derivata proprio dall’etimologia della sua parola che significa intorno al cardio. Data l’importanza che […]
  • Caduta capelli e Trapianto, costi e benefici Caduta capelli e Trapianto, costi e benefici Uno dei problemi che da sempre affligge  buona parte del genere maschile è la caduta dei capelli, sebbene anche una piccola percentuale di donne si trovi a combatterla quotidianamente; le […]
  • La sciaticaLa sciatica La sciatica si verifica quando vi è pressione o danni al nervo sciatico. Questo nervo inizia nella parte bassa della schiena e lungo la parte posteriore di ogni gamba. Questo nervo […]