morbillo una malattia esantematicaIl morbillo: si tratta di una malattia virale causata dal Paramixovirus molto contagiosa, che non bisogna mai prendere con leggerezza perché può provocare serie complicazioni.

Una incubazione di 8 – 12 giorni

Al momento la sua diffusione è altamente ridotta grazie al vaccino trivalente, associato a quello della rosolia e a quello della parotite, che viene somministrato ai bambini già da piccolissimi. Il morbillo si manifesta inizialmente come una malattia respiratoria che compare dopo un’incubazione di 8 -12 giorni. I primi sintomi sono un forte raffreddore e una febbre leggera.

Febbre alta e tosse secca

La febbre poi sale, e può raggiungere anche i 40 gradi, e il bambino comincia a presentare difficoltà a respirare e tosse secca. In alcuni casi possono comparire anche sintomi oftalmici, come congiuntivite, lacrimazione e arrossamento agli occhi.

alice forum della donnaENTRA NEL FORUM DEL BAMBINO ORA!

Oppure entra a far parte di un GRUPPO per condividere con famigliari ed amici la tua malattia, se non esiste clicca QUI per richiedere l'attivazione del nuovo gruppo. Oppure contatta gli iscritti QUI

 

 

Al culmine di questa fase iniziale, che dura circa tre giorni, compaiono i sintomi tipici del morbillo: macchie bianco grigiastre sulla mucosa orale, simili a puntini, e poi la tipica eruzione cutanea a punti rotondi rosa, di forma irregolare e leggermente in rilievo. Questi cominciano a comparire intorno agli occhi, dietro le orecchie, sulla fronte, per poi estendersi nel giro di un paio di giorni a tutto il corpo.

Dopo circa cinque o sei giorni le macchie si attenuano, sfaldandosi, e spariscono senza lasciare segni.  Il morbillo può causare serie complicazioni. Uno o due casi su mille si presentano con un ingrossamento della laringe, con conseguenti difficoltà a respirare a volte molto serie.  In questi casi è necessario il ricovero in ospedale. Inoltre, il morbillo può dar luogo a malattie opportunistiche, che approfittando dello stato debilitato del piccolo, si installano sul suo organismo già provato.

 

Controllare la febbre

Le più diffuse in questi casi sono complicazioni batteriche respiratorie, come la polmonite, o di altro tipo, come l’otite. Il morbillo si cura innanzitutto controllando la febbre, con antipiretici. Inoltre si può aiutare molto il bambino a superare la malattia semplicemente curando la sua alimentazione, integrando la vitamina C, con molta frutta, e mantenendo leggeri i suoi pasti per non affaticare la digestione. E’ una malattia virale e come tale deve fare il suo decorso. Si possono curare i sintomi, come la tosse o la congiuntivite, nel caso il pediatra lo ritenga necessario, oppure si possono somministrare antibiotici nei casi di un’infezione batterica sopraggiunta, come l’otite.

Correlati

  • La varicellaLa varicella La varicella è un’infezione virale causata dal virus Varicella Zoster, della famiglia degli Herpes virus. Circa ogni due o tre anni... si presenta in maniera epidemica perché è una […]
  • La sesta malattiaLa sesta malattia La sesta malattia è un’infezione virale causata dall’Herpes Virus 6B (HHV6B), che colpisce esclusivamente i bambini tra i 6 mesi e i 2 anni di età.  Si sviluppa più facilmente nelle mezze […]
  • La scarlattinaLa scarlattina La scarlattina è un’infezione batterica causata dallo streptococco beta-emolitico del gruppo A (Sbea). Questo batterio si trova solitamente in bocca ed è anche causa di altre malattie come […]
  • La rosoliaLa rosolia La rosolia è un’ infezione virale causata dal  Rubivirus, ed è considerata una malattia esantematica anche se spesso si presenta senza sfoghi cutanei. Può essere pericolosa in […]
  • La quinta malattiaLa quinta malattia La quinta malattia è un’infezione di tipo virale provocata dal Parvovirus B 19, e tra le malattie esantematiche è una delle più lievi. I primi sintomi Si manifesta dopo un’incubazione […]