Infertilità Mentre la sterilità è l’incapacità meramente biologica da parte dell’uomo o della donna di concepire un bambino, per infertilità si intende generalmente l’assenza di concepimento in una coppia dopo 12 mesi di regolari rapporti non protetti.
Questo fenomeno dell’incapacità riproduttiva, che riguarda il 15% circa delle coppie, può avere numerose cause e di diversa natura.

E’ opinione medica piuttosto diffusa che le cause principali vadano ricercate tra i fattori sociali, come lo stile di vita, le condizioni lavorative, il fumo, l’inquinamento ambientale, la sofisticazione del cibo, l’obesità, l’uso di droghe e di alcool, oltre all’età della donna, estremamente importante in quanto se si cerca il primo figlio in età tardiva bisogna considerare che la donna, con il tempo, tende a perdere la sua piena capacità riproduttiva.

Ma le cause di infertilità possono anche essere di natura fisica: una delle più comuni è l’endometriosi, ovvero una malattia che colpisce l’endometrio, il tessuto che ricopre la superficie interna dell’utero, oppure infezioni dell’apparato genitale, patologie tumorali, ostruzione delle tube ed altre.

alice forum della donnaENTRA NEL FORUM DELLA DONNA ORA!

Oppure entra a far parte di un GRUPPO per condividere con famigliari ed amici la tua malattia, se non esiste clicca QUI per richiedere l'attivazione del nuovo gruppo. Oppure contatta gli iscritti QUI

Anche questo potrebbe interessarti:

Negli ultimi decenni è stata riscontata una notevole diminuzione della fecondità soprattutto nelle fasce d’età comprese fra i ventuno ed i ventinove anni piuttosto che nelle coppie in età più avanzata, dato statistico che sembra indicare una tendenza progressiva della donna a concepire più tardivamente che in passato, ma è anche vero che, malgrado la vita media si sia allungata, l’età fertile femminile rimane la stessa ed il momento più propizio per il concepimento e la gravidanza è tuttora quello fra i venticinque ed i trent’anni.

È interessante comunque sapere che, al contrario di quanto si sosteneva in passato, è stato ora dimostrato che in molti casi il responsabile della mancanza di concepimento è il fattore maschile, in percentuale di circa il 50%.

Pertanto il nuovo concetto di infertilità comprende patologie della donna, dell’uomo o della coppia, le cui origini sono molteplici, e in circa il 10% dei casi si parla di sterilità “inspiegata”, proprio perché le indagini diagnostiche fatte finora non sono ancora riuscite a valutarla appieno.

In ogni caso, quando la ricerca della gravidanza diventa più difficoltosa del previsto, è opportuno che la coppia si sottoponga ad analisi specifiche per trovare e possibilmente rimuovere le cause che impediscono il concepimento.

CAUSE DI INFERTILITA’ FEMMINILE

I fattori responsabili della mancata gravidanza in una donna possono essere:
– Problemi all’utero, ovvero quando è presente un’alterazione dell’utero che impedisce il concepimento. Questo può accadere per endometrite, sinechie uterine, neoformazioni uterine o alterazioni congenite. Gli esami per valutare tale problema sono la isteroscopia, l’isterosonografia. l’ecografia.
– Problemi alle tube, in cui è molto comune l’occlusione a causa di malattie infiammatorie pelviche, endometriosi tubarica, malformazioni tubariche. La diagnosi generalmente si effettua con laparoscopia ed isterosalpingografia.
– Problemi alla cervice, dovuti soprattutto alla produzione di muco cervicale che non è adatto alla penetrazione degli spermatozoi. Questo accade perché il muco cervicale può essere ostile o acido, per malattie infiammatorie come endocerviciti, per sinechie cervicali, per interventi al collo dell’utero, oppure per l’anomala produzione di anticorpi anti-spermatozoi. La diagnosi solitamente si effettua con il Post Coital Test ed il Cervical Score.
– Problemi ormonali, cioè alterazione dei controlli ormonali che causano mancanza di ovulazione, recettività alterata della mucosa cervicale, funzione del corpo luteo insufficiente.
– Problemi immunologici, ovvero presenza di anticorpi anti-embrione ed anti-sperma nel muco cervicale e nelle altre zone dell’apparato riproduttivo.

CAUSE DI INFERTILITA’ MASCHILE

Dopo aver appurato che nel 50% dei casi è l’uomo ad avere una scarsa capacità riproduttiva, si possono individuare numerosi fattori che determinano situazioni di infertilità maschile permanente o transitoria.
Fra i principali troviamo:
– La febbre, che quando supera i 38,5 °C può causare un’alterazione della spermatogenesi anche per alcuni mesi.
– Un eventuale intervento chirurgico, soprattutto eseguito sull’apparato genito-urinario ed in anestesia totale, che può causare una temporanea riduzione della spermatogenesi.
– Le infezioni urinarie, che possono causare problemi testicolari e di conseguenza una qualità scarsa del liquido seminale.
– L’orchite conseguente alla parotite, che a volte può insorgere anche per cause virali.
– L’Epididimite, che è l’infiammazione dell’epididimo, parte del testicolo destinata al deposito ed alla maturazione degli spermatozoi.
– Alcuni tipi di tumore e di farmaci antitumorali.
– Malattie trasmesse a livello sessuale, come la gonorrea, la sifilide, la chlamidia trachomatis ed il virus HPV.
– Disfunzioni sessuali, come eiaculazione retrograda e disfunzione erettile.

Per inquadrare i motivi dell’infertilità maschile è necessario effettuare almeno due esami del liquido seminale, con i quali potranno essere valutate il plasma seminale e le caratteristiche degli spermatozoi.
A volte per completare la diagnosi è necessario un approfondimento dell’indagine attraverso analisi più specifiche, come la biopsia testicolare.

L’infertilità maschile oggi può essere efficacemente trattata migliorando la qualità del seme. Secondo i dati statistici un terzo degli uomini sottoposti ad adeguati trattamenti riesce ad ottenere una paternità naturale.
Gli altri possono ricorrere alla fecondazione assistita, che con le sue tecniche presenta notevoli probabilità di successo. Oppure la coppia può optare per l’inseminazione artificiale intrauterina, ugualmente efficace.

Correlati

  • LaringiteLaringite La laringite è derivata dall'infiammazione delle mucose della laringe o della trachea. Questo stato infiammatorio compromette l'uso delle corde vocali infiammando la gola ed in certi casi […]
  • La scoliosiLa scoliosi È una curvatura anomala della colonna vertebrale, l'osso che corre lungo la schiena. La spina dorsale di ogni persona si piega un po ' naturalmente, ma le persone con scoliosi hanno una […]
  • La prima visita ginecologicaLa prima visita ginecologica Il ginecologo è lo specialista che, più di ogni altro, riveste un ruolo fondamentale nella vita della donna: è importantissimo infatti che egli accompagni tutte le fasi funzionali […]
  • UlceraUlcera Ulcera peptica È un difetto del rivestimento dello stomaco o  della prima parte dell'intestino tenue, un'area chiamata duodeno. L'ulcera peptica nello stomaco è chiamata "ulcera […]
  • Acne giovanileAcne giovanile L’acne giovanile è un problema per sempre più adolescenti: per quanto non si tratti di una malattia vera e propria, infatti, essa ha notevoli ripercussioni sulla vita sociale dei ragazzi […]