disfagiaLa disfagia è definita come difficoltà a deglutire ed e’ differente dalla odinofagia  che implica la presenza di deglutizione dolorosa. Entrambi i sintomi possono coesistere in alcune condizioni cliniche.

L’esofago è separato dalla faringe dallo sfintere esofageo superiore , il cui ruolo principale è quello di impedire l’ingresso di aria nell’esofago durante l’inspirazione, e dallo stomaco dallo sfintere esofageo inferiore che impedisce il riflusso del succo gastrico nell’esofago. L’organo, che si estende tra i due sfinteri, ha prevalentemente muscolo striato nella parte superiore e muscolo liscio nella metà inferiore.

Eziologia, diagnosi e trattamento

Ci sono due grandi categorie di condizioni che causano disfagia: meccanica e neuromuscolare. La difficoltà a deglutire solidi  suggerisce un disturbo meccanico, mentre il dolore nella deglutizione sia di liquidi che di solidi suggerisce una malattia neuromuscolare. Una disfagia rapidamente progressiva obbliga a pensare ad una lesione espansiva che causa stenosi (o restringimento, con diminuzione della luce).Una disfagia episodica associata a cibi solidi suggerisce l’esistenza di un restringimento fisso e non progressivo.

Le cause della disfagia sono elencate qui’ sotto. Le principali sono le stenosi benigne dell’esofago, gli anelli esofagici inferiori e il carcinoma che origina circa il 90% di tutti i casi di disfagia in persone con più di 50 anni. Pertanto la  sindrome disfagica è motivo di allarme e richiede sempre un esame approfondito.

  • Meccanica:
  • Intrinseche
  • Stenosi peptica  benigna
  • Carcinoma
  • Anello esofageo inferiore
  • Tumore benigno
  • Lesione caustica
  • Zenker Diverticolo di Zenker
  • Estrinseche
  • Neoplasie
  • Tiroide retrosternale
  • Compressione vascolare
  •  Neuromuscolare :
  • Disturbi del muscolo liscio
  • Acalasia
  • Spasmo esofageo diffuso
  • Sclerodermia
  • Malattia di Chagas
  • Disturbi del muscolo striato
  • Acalasia cricofaringea
  • Polimiosite
  • Malattie Neurologiche
  • Malattie demielinizzanti

 

CONCLUSIONE La disfagia è un sintomo allarmante a qualsiasi età e deve sempre portare a un’indagine diagnostica completa, in cui l’endoscopia ha un ruolo predominante.

ENTRA NEL FORUM E CONDIVIDI CON ALTRE PERSONE LA TUA MALATTIA ORA!

 

Correlati

  • Rottura – Violenza e delusioni sentimentaliRottura – Violenza e delusioni sentimentali Una rottura sentimentale immerge in un mondo di confusione e fragilità: si riaprono vecchie ferite spesso non completamente guarite ed inoltre provoca grandi lesioni alla propria intimità […]
  • Il morbilloIl morbillo Il morbillo: si tratta di una malattia virale causata dal Paramixovirus molto contagiosa, che non bisogna mai prendere con leggerezza perché può provocare serie complicazioni. Una […]
  • IPERCOLESTEROLEMIA PRIMITIVA POLIGENICAIPERCOLESTEROLEMIA PRIMITIVA POLIGENICA L’ipercolesterolemia poligenica è causata sia da fattori genetici che ambientali. Si tratta dunque di una patologia in cui una dieta inadeguata e lo scarso esercizio fisico si combinano ad […]
  • EczemaEczema L’eczema è una patologia piuttosto comune, nonché recidiva, poiché dopo la prima volta tende a insorgere spesso, soprattutto quando le difese immunitarie sono basse. L’eczema […]
  • LA SCLEROSI MULTIPLALA SCLEROSI MULTIPLA E' una malattia che colpisce il sistema nervoso centrale, ossia cervello e midollo. A lungo andare questa malattia, rende le persone affette non più autosufficienti, con una progressiva […]