ryanaudLa malattia di Ryanaud potrebbe anche essere sintomo di un altro problema come ad esempio Reumatismi, sclerodermia (il sistema immunitario attacca i suoi stessi tessuti con evidenti macchie di colore rossastro sulla pelle), squilibri di natura ormonale prodotti dalla tiroide oppure dagli estrogeni (principali ormoni sessuali femminili), la sindrome dello stretto toracico (anomalie di alcuni parti del corpo che hanno conseguenza quella di restringere la arteriole) e tante altre ancora.

Come si manifesta

La malattia di Ryanaud è facilmente riconoscibile in quanto si manifesta essenzialmente nelle dita di mani e piedi, sul naso e sulle orecchie che improvvisamente diventano fredde con conseguente indurimento della pelle.

Poi in secondo tempo si incomincia ad avvertire un certo dolore molto simile ad un formicolio con la inconfondibile colorazione bluastra della pelle e delle mucose. Per la maggior parte dei casi per curare la malattia di Ryanaud basterà applicare nelle parti interessate delle creme a base di glicerina. L’occlusione arteriosa acuta è un’altra malattia cardiovascolare che come dice il nome stesso si presenta in maniera assolutamente tempestiva senza particolari preavvisi.

Può provocare a sua volta un’ischemia acuta oppure cronica. Chiaramente molto dipende dall’entità dell’occlusione arteriosa e soprattutto da quale vaso viene coinvolto.

ENTRA NEL FORUM E CONDIVIDI CON ALTRE PERSONE LA TUA MALATTIA ORA!

 

Di norma indice di questa patologia è un improvviso e fitto dolore con conseguente raffreddamento pressoché immediato della zona colpita con relativo cambiamento del colore in una sorta di pallore. Inoltre entro le otto ore si assisterà ad un fenomeno di indurimento muscolare della zona compromessa. Tra le cause che possono provocare un’occlusione arteriosa acuta  c’è senza dubbio un certo collegamento verso l’embolia (ostruzione di un’arteria o di una vena per effetto della formazione di un embolo di varia natura) oltre che essere provocata da una trombosi acuta.

RICHIEDI UN CONSULTO MEDICO

Una comunità straordinaria di Professionisti è a tua disposizione.
Cerca tra le tante risposte già ricevute da altri utenti QUI

 

Per la cura occorre essere tempestivi con mirati interventi chirurgici che normalmente devono essere effettuati nel giro delle prime sei ore dalla manifestazione dell’occlusione. In alcuni casi evidentemente meno gravi, l’occlusione arteriosa acuta può essere curata tramite farmaci che riescono a dissolvere l’embolo liberando così il vaso sanguigno. La tromboangioite obliterante conosciuta anche con il nome di Morbo di Burger, è una sintomatologia del sistema cardiovascolare che comporta delle lesioni degenerative delle vene, delle arterie e dei nervi che in sostanza vanno a ostruire la cavità interna producendo un ostacolo al passaggio del sangue con possibile sfociamento in Trombosi.

Correlati

  • Le valvulopatieLe valvulopatie La malattie riguardanti le valvole cardiache vengono definite valvulopatie. Le valvole cardiache sono delle strutture in grado di consentire o meno il flusso sanguigno tra le varie parti […]
  • Il momento del distacco: la pappa ed il ciuccioIl momento del distacco: la pappa ed il ciuccio Il momento dello svezzamento, la pappa ed il ciuccio rappresentano una fase molto delicata per la crescita di un bambino, che non deve  essere intesa solo come introduzione di cibi nuovi […]
  • Lo sport ed il benessereLo sport ed il benessere Il benessere fisico è strettamente correlato a molti fattori, tutti intrecciati tra loro. Per ottenere una vita sana è necessario agire sia separatamente che congiuntamente in tutti i […]
  • Cosa sono i percentiliCosa sono i percentili I percentili di crescita sono tabelle che vanno compilate accuratamente e valutate dal pediatra curante, perché un valore isolato di peso o altezza posto sulle curve dei percentili non ha […]
  • Invecchiamento della pelleInvecchiamento della pelle Un segno tangibile del trascorrere del tempo è rappresentato dall' invecchiamento della pelle. Si tratta di un normale processo fisiologico Il derma si assottiglia, perde elasticità e le […]